AGENZIA ON LINE - ALLIANZ GLOBAL ASSISTANCE
Durante il volo

L’atmosfera in un aereo è estremamente secca (l’igrometria relativa è inferiore al 10%) a un’altitudine immaginaria di 1500 – 2500 metri. Questi due fattori sono fonte di notevoli disagi, che possono essere prontamente affrontati. Basta seguire i seguenti consigli:

  • per combattere l’aria secca: bevete almeno 1 litro di acqua naturale ogni 4 ore, togliete le vostre lenti a contatto o umidificatele regolarmente con collirio in confezioni monodose, o fate uso di antinfiammatori, collirio disinfettante raccomandato dal vostro oftalmologo.
  • Per combattere la flebite: allentate i vostri indumenti (e indossate comunque indumenti ampi), evitate di portare pantaloni attillati e scarpe con lacci; toglietevi le scarpe e mettete un paio di morbidi e comodi calzini. Non state seduti nella vostra poltrona tutto il tempo ma alzatevi regolarmente e camminate attorno alla cabina su e giù per i corridoi. Se non potete alzarvi e camminare spesso, non esitate a fare esercizio stando seduti, facendo lavorare tutti i vari gruppi muscolari degli arti inferiori: piedi, polpacci e cosce. Quindi, rilassate tutti i muscoli e respirate profondamente e lentamente. Il vostro medico di famiglia può prescrivervi un particolare trattamento adatto a voi: calze di sostegno o un farmaco per le vene, anche anticoagulanti.
  • Per combattere il mal d’aria: se possibile, scegliete un sedile posizionato vicino al centro del velivolo, evitate di consumare pasti abbondanti e di bere alcool, cercate di dormire. Se necessario prendete un leggero sonnifero su prescrizione che possa essere facilmente eliminato e che sia indicato per dare sollievo in caso di mal d’aria.
    Durante il volo, la pressione dell’aria in cabina è solo parziale; è un po’ come andare in alta montagna. Esiste quindi un rischio di otite dovuto alla depressione barometrica, che è tanto più rischiosa se siete raffreddati o se siete soggetti a otite o avete problemi di sinusite. All’inizio del volo, ingoiate regolarmente la saliva, masticate una gomma o succhiate una caramella. Imparate a fare la manovra di Valsalva: tappatevi il naso, chiudete la bocca ed espirate (trattenete il respiro), quindi ingoiate diverse volte. Prima di partire, il vostro medico può anche prescrivere un antibiotico, un analgesico, un antinfiammatorio e un vasocostrittore nasale locale.